Guide

ABC del trading

Quali sono le basi del trading online? Come muovere i primi passi nel settore degli investimenti? Oggi vogliamo proporvi l’ ABC del trading, con l’intento di consigliarvi e di chiarificarvi le prime mosse da imparare e compiere per diventare investitori di successo.

La maggior parte delle persone sogna di arricchirsi, ma ciò non ha nulla a che vedere con il giocare in Borsa, o meglio, non totalmente. Il primo concetto, riferito agli investimenti, che dovete imparare e soprattutto accettare, è che il trading online presuppone formazione, esperienza e impegno. La motivazione principale della nostra premessa si basa sul fatto che nessuna operazione finanziaria è sicura al 100%, quindi esistono i margini per ampi guadagni, ma allo stesso modo anche per gravi perdite di capitale.

ABC del trading: stabilire un piano d’azione per iniziare ad investire

Innanzitutto dovete determinare l’entità del vostro budget da investire sui mercati finanziari. Nell’ambito del trading online occorrono calcoli al centesimo, poiché anche una piccolissima cifra, moltiplicata nel tempo, può dare grandi risultati o tragici esiti. In questa fase dovete anche stabilire il vostro obbiettivo, ovvero quanto, coerentemente al vostro grado di possibilità e capacità, vorreste guadagnare facendo trading online. Importante è stabilire anche le tempistiche, ovvero i momenti in cui potete dedicarvi agli investimenti, poiché ciò determinerà le vostre future strategie e scelte.

Attenzione: quanto sopra indicato è molto importante non solo in funzione di quanto siamo disposti a “perdere” nel volume dei nostri investimenti, ma anche – soprattutto – quanto riteniamo opportuno guadagnare.
Questo aspetto, che i neofiti del trading Forex probabilmente stenteranno a capire, è in realtà di fondamentale importanza. Avere ben chiaro un tetto di guadagni specifico consente di evitare ulteriori re-investimenti che potrebbero facilmente assottigliare, se non del tutto azzerare, quel guadagno stesso.

Da un punto di vista meramente tecnico l’operazione, in questo modo, si tradurrebbe in un semplice nulla di fatto, tuttavia coloro che muovono i primi passi nel trading online sono statisticamente soggetti a contraccolpi psicologici maggiori soprattutto se le perdite sono scaturite da precedenti, provvisori, guadagni.

abc-del-trading

Prime e fondamentali materie di trading

Se partecipaste ad un corso di trading (cosa consigliatissima e anzi necessaria), le prime materie che studiereste sarebbero certamente:

  • Money Management
  • Gestione delle emozioni
  • Analisi

Con l’espressione Money Management si intende la gestione del denaro. Nell’ambito del trading online, gestire il capitale significa imparare l’utilizzo di alcuni strumenti tecnici, come ad esempio lo stop loss, volti a limitare il rischio di perdita durante un’operazione finanziaria. La gestione delle emozioni è un altro pilastro legato al gioco in Borsa, poiché atteggiamenti impulsivi, avidi o timorosi, potrebbero condizionare in modo nettamente negativo le vostre probabilità di vincita. Infine (si fa per dire) l’analisi. Non è possibile fare trading online senza conoscere le tecniche di analisi finanziaria, fondamentali per decidere ed attuare le strategie di trading.

Strategie operative per investire sui mercati finanziari

proseguendo con il nostro ABC del trading, è importante sapere che, in Borsa, i traders utilizzano due tipi di analisi:

  • Analisi tecnica: si riferisce allo studio dei grafici, sulla base di una corretta interpretazione del momento corrente che un mercato finanziario sta vivendo. Aiuta a seguire il movimento dei prezzi, ovvero il cosiddetto trend, al fine di scegliere la tipologia di investimento con le maggiori probabilità di successo.
  • Analisi fondamentale: basa le proprie previsioni sulle informazioni relative alla macroeconomia, ovvero analizza notizie, eventi politici, guerre, aziende, insomma tutto ciò che può influenzare l’economia e di conseguenza determinare l’andamento dei mercati. L’obbiettivo, ovviamente, è lo stesso dell’analisi tecnica, e cioè individuare i parametri di un investimento probabilmente profittevole.

Volendo stabilire anche un ABC del trading in termini di glossario, vi elenchiamo alcune definizioni chiave relative agli investimenti in borsa:

  • Strumenti finanziari: si tratta di una particolare categoria di prodotti, o beni, sui quali si basano gli investimenti. Con il trading online si può operare sulle Azioni, sulle Obbligazioni, sui Titoli di Stato, sulle materie prime, sulle valute e su molto altro.
  • Forex: è il mercato valutario, nel quale si specula sulle coppie di valute. (A tal proposito vi consigliamo di leggere la nostra guida analisi valute per conoscere maggiori dettagli sugli assets forex).
  • Trend line: strategia grafica utilizzata per determinare l’andamento di un prezzo sul mercato, importantissima per capire se e come investire.
  • Indicatori: si tratta degli strumenti base attraverso i quali valutare gli andamenti dei mercati e soprattutto le variazioni futuribili circa quegli stessi andamenti. Esistono numerosi indicatori diversi che possono essere interpretati ai fini di raggiungere un convincimento circa un’eventuale apertura di posizione nel mercato, si consiglia a tal proposito di studiare, e in seguito affidarsi, diversi indicatori differenti tra loro per dati mostrati e caratteristiche. In questo modo la propria valutazione sarà più completa e maggiormente attendibile.
  • Broker: è l’intermediario finanziario, che esegue ordini sui mercati per conto dei propri clienti. Nel caso del trading online, il broker è una piattaforma web, gestita da aziende e istituzioni competenti.

A proposito del broker finanziario, nell’abc del trading è fondamentale includere anche un’attenta valutazione dell’intermediario che sceglieremo per svolgere la nostra attività di forex trader.
Sul portale sono presenti numerose informazioni in tal senso, sia dal punto di vista delle caratteristiche tecniche che dell’affidabilità.

160119_sp500_weekly
Trend Line – esempio classico

Trasparenza e Certificazione

In linea generale, l’aspetto più importante che dovremo considerare studiando ABC del trading sarà quello della trasparenza del broker finanziario, congiuntamente alla certificazione di autorizzazione rilasciata dagli appositi organismi competenti.

Inoltre, sarà altrettanto opportuno valutare il livello di personalizzazione ed integrazione di strumenti di analisi che il broker finanziario è in grado di garantire, ai fini di consolidare un proprio stile di trading collaudato ed efficace.

Altro elemento non di poco conto è la valutazione, al momento della creazione di un nuovo account, della presenza di eventuali bonus di ingresso o di investimento. Attenzione però: sarà bene valutare sempre se si tratta di incentivi vincolati a determinati parametri o liberi da qualsiasi vincolo del genere.

Infine, sarà sempre corretto prendere in considerazione soltanto intermediari che consentano prima di tutto la creazione di un conto demo, utile per i trader alle prime armi ai fini di testare le proprie capacità, mettere in pratica gli studi effettuati e azzardare delle operazioni inedite senza rischiare di mettere a repentaglio i propri capitali personali.