Guide

Breakout nel Forex

A tutti coloro che credono che giocare in Borsa da casa sia come scommettere sui cavalli, rispondiamo che non è affatto così! Sarebbe piuttosto più corretto paragonare il trading online ad una avvincente partita a Risiko, per una motivazione principale: le strategie! Ciò che un novello trader deve imparare prima di compiere qualsiasi investimento nel Forex, è come districarsi tra i continui movimenti del mercato valutario. Per farlo, occorre imparare le migliori strategie, come ad esempio il Breakout nel forex, ma soprattutto quelle più adatte al proprio specifico stile di trading.

Breakout nel forex: cosa significa speculare sulle valute con le rotture di prezzo?

La rottura di un prezzo, nel Forex e nel trading online, viene chiamata breakout e si verifica quando una coppia di valute si muove oltre determinati livelli. Esistono due tipi di breakout:

  • Breakout di continuazione: si verifica quando, dopo una fase di stabilità, il trend riprende nella direzione principale, dando luogo quindi ad una continuazione del movimento dei prezzi precedentemente individuato.
  • Breakout di inversione: si verifica quando, dopo una fase laterale, i prezzi riprendono a muoversi nella direzione opposta rispetto al trend principale.
consolidamento
Breakout di continuazione

Quando può verificarsi un tipico breakout?

Il breakout nel forex – in linea di massima – tende spesso a verificarsi a seguito di una fase laterale, ossia un tipico momento, di una determinata durata, in cui trend “rimbalza” tra la linea di supporto e quella di resistenza senza assumere una direzione decisa e definita.

Quando invece la trendline “rompe” una delle due linee (immaginiamo quella di resistenza, quindi dando luogo ad una fase rialzista), può essere preceduta da una “shortfall” nella fase laterale, ossia un ultimo rimbalzo verso il basso che però non tocca la linea di supporto come le precedenti.

Il throwback e i falsi segnali

Una volta verificatasi la rottura del trend, può avere luogo un ulteriore fenomeno tipico, che potrebbe rappresentare – agli occhi dei trader meno esperti – il profilarsi di un falso segnale: il Throwback.
Tecnicamente, un Throwback non è altro che un “ritorno” verso il punto di rottura (seguendo l’esempio precedente, quindi, verso la linea di resistenza) di natura tuttavia momentanea. Di fatto, non è altro che un movimento di slancio che precede un ripristino del nuovo trend rialzista.

Tutti questi aspetti sono fondamentali al fine di riconoscere con adeguato margine di certezza i vari segnali di un grafico, soprattutto nel corso dell’attuazione di una strategia legata al breakout, per sua stessa natura caratterizzata da un buon numero di falsi segnali potenziali.

falsobreak
esempio di Falso Breakout

In questo contesto, dobbiamo anche segnalare il possibile verificarsi di falsi breakout, ovvero quando hanno luogo delle rotture che però rappresentano sono delle correzioni e non una nuova direzione del trend. Ciò significa principalmente che un vero breakout non è di facile individuazione ed occorre, prima di operare nel forex e nel trading online con questa strategia, acquisire un buon grado di esperienza nell’interpretazione di tale segnale.

Per attuare una strategia basata sul breakout occorre innanzitutto avvalersi di un grafico a candele ed impostare un livello di stop loss, a difesa del capitale nel caso in cui dovessimo incontrare falsi breakout. Il metodo più diffuso, è quello di considerare i livelli dei prezzi toccati nella prima mezz’ora di contrattazione, operando un acquisto se la rottura avviene nel punto massimo, e una vendita se abbiamo un breakout sul valore minimo.

Gestione del rischio: quando evitare una strategia basata sulla rottura dei prezzi

Ciò che possiamo affermare con una certa sicurezza, è che il breakout nel forex funziona maggiormente quando il mercato valutario prende una nuova direzione, ovvero all’inizio di nuove trend lines. L’errore di molti investitori si verifica spesso in due sensi: alcuni, dopo aver rilevato un breakout non entrano sul mercato immediatamente, altri, a seguito di una rottura, aspettano il pullback, ovvero un ritracciamento del trend principale.

In tutti e due i casi, si va incontro ad un alto rischio, sia riferito ad una eventuale perdita, sia legato al fatto di lasciarsi sfuggire buone opportunità di guadagno. Possiamo quindi riassumere brevemente quali sono le condizioni che rendono la strategia della rottura dei prezzi poco affidabile:

  • Comprare prima del breakout
  • Attendere un pullback
  • Utilizzare un oscillatore parziale
  • Attendere un breakout a livelli troppo elevati

Strategie di applicazione: il Breakout dei primi 30 minuti

Una tecnica molto utilizzata è quella del cosiddetto “Breakout dei primi 30 minuti”.
All’apertura del mercato valutario, ogni giorno, nelle prime fasi possono verificarsi un numero di scenari molto vario.
Si può verificare una serie di strappi del prezzo molto violenti, della durata di qualche minuto se non addirittura di pochi secondi. In questi casi, data la rapidità degli eventi, diventa difficile per il trader capire quando intervenire, e in linea di massima si preferisce aspettare.

Quando però l’apertura dei mercati mostra un’oscillazione dei prezzi poco convinta, con una volatilità relativamente bassa, allora potrebbe essere opportuno applicare il breakout dei primi 30  minuti.

La tecnica è piuttosto semplice ed intuitiva: quando c’è una rottura dei prezzi al rialzo, si riterrà verificabile un proseguimento del trend rialzista e quindi si acquisterà. Viceversa, seguendo lo stesso principio, in caso di una rottura dei prezzi al ribasso si opterà per la vendita.

Tali rotture, tuttavia, è sostanziale che si verifichino esclusivamente nei primi trenta minuti, al fine di applicare questo tipo di strategia.

Per conoscere le più efficaci strategie di trading online ed imparare ad utilizzarle, come il breakout nel Forex, vi consigliamo di aprire un account demo presso uno dei migliori broker finanziari presenti sul web, tra i quali segnaliamo XM.comFXGM e GTCM.

La simulazione è il modo più adatto per mettere in pratica quanto appreso nel periodo di formazione, poiché consente di applicare le tecniche e le strategie man mano assimilate durante la fase di studio necessaria a tutti i neofiti del trading, senza tuttavia rischiare di mettere a repentaglio i propri investimenti di denaro reale. La prima e la più efficace strategia del trading online è senz’altro lo studio dei mercati finanziari, degli scenari che possono evidenziarne le variazioni e delle modalità di investimento.