Guide

Conoscere i mercati

198061209_766818d11e_z

Giocare in Borsa rappresenta un’attività piuttosto interessante, ma anche impegnativa. Coloro che si avvicinano per la prima volta al settore degli investimenti, dovranno innanzitutto conoscere i mercati, prima di compiere qualsiasi attività finanziaria. Lo studio e l’esperienza pratica sono due passi fondamentali che chiunque voglia diventare trader deve compiere.

Conoscere i mercati: concetti di base del trading forex

I mercati finanziari sono dei luoghi fisici o nominali nei quali si effettua la compravendita di beni di vario genere. In base alla natura del prodotto scambiato o all’attività principale che si svolge all’interno, un mercato finanziario può prendere un nome specifico, ad esempio il Forex è il mercato valutario, poiché si basa sulla speculazione sulle valute tra gli operatori che effettuano investimenti, possiamo distinguere tre categorie: i traders, gli emittenti e gli intermediari. I primi acquistano e vendono materialmente gli strumenti finanziari, i secondi sono coloro che emettono i vari beni, i terzi (nel caso del trading online vengono chiamati brokers), gestiscono le negoziazioni.

Borsa Italiana e Consob

La Borsa Italiana e la CONSOB (Commissione nazionale per le società e la Borsa) sono le Istituzioni che regolano le operazioni all’interno dei mercati. In base allo strumento finanziario di interesse del trader, vi sono specifici orari di negoziazione e un determinato iter da seguire.
La Borsa Italiana, ormai privatizzata, ad oggi fa parte di una holding insieme alla London Stock Exchange, il suo omologo inglese.

La Consob nasce in conseguenza alla necessità di istituire un ente garantista che tutelasse i diritti degli investitori, soprattutto vigilando sugli operatori del mercato ai vari livelli. La scelta di un broker forex, ad esempio, si basa su un primo aspetto fondamentale che corrisponde alla certificazione Consob, la quale certifica l’operato dell’intermediario in questione come autorizzato sul territorio nazionale.

Trend e volatilità

In riferimento alle operazioni finanziarie eseguibili sui mercati, i concetti principali che un trader deve conoscere sono essenzialmente due:

  • Il trend: si riferisce allatendenza del valore di un prezzo, ovvero la direzione del prezzo stesso al rialzo, al ribasso o laterale che i grafici mostrano durante una determinata fase di mercato,Un trend, a prescindere dalla tipologia rialzistaribassista, o laterale, rappresenta il principale oggetto di analisi tecnica per valutarne l’andamento nel breve, medio e lungo termine. Esistono infatti strategie specifiche che ne predicono la direzione o, in alcuni casi, l’inversione.

 

  • La volatilità: si riferisce alla misura dellavariazione del prezzo di un bene nel corso del tempo. Le coppie di valute ad alta volatilità, come lo scambio Euro/Dollaro, sono considerate coppie “regine” del mercato, e come tali vengono prese in considerazione in via primaria dai trader Questo approccio può essere corretto, ma richiede una particolare attenzione. L’alta volatilità significa anche maggiori condizioni di instabilità.

Quali sono i mercati finanziari del trading online?

Gli investitori da casa operano principalmente su tre mercati:

  1. Il mercato valutario. Maggiormente conosciuto con il nome Forex, il mercato delle valuteè il più grande e il più frequentato al mondo. L’obbiettivo principale di un Forex Traderè quello di individuare il più velocemente possibile le valute forti e quelle deboli e quali si rafforzeranno e quali invece si indeboliranno. Gli scambi monetari si basano sui tassi di cambio e con una buona dose di esperienza è possibile guadagnare ottime cifre con il Forex.

 

  1. Il mercato azionario. Riguarda lo scambio di quote aziendali (ovvero le azioni). Non si tratta di un mercato molto vasto e per tale motivo può essere soggetto alla manipolazione da parte degli enti o di individui con un forte potere azionario. Tra le tre tipologie di mercato, è probabilmente quello che richiede unamaggiore esperienza nell’ambito del trading.Se ne sconsiglia un approccio se non si possiede un bagaglio di esperienza pregresso, anche in virtù – in molti casi – dei maggiori investimenti richiesti per sostenere determinate operazioni sui titoli.

 

  1. Il mercato delle materie prime. Si riferisce ai beni primari, come ad esempio l’oro e il petrolio. Segue il Forexcome grandezza e frequentazione, ciò significa che nessuno ha il potere di determinarne l’andamento. Insieme al mercato valutarioè il più adatto per i traders alle prime armi, ma in più, rispetto al mercato dei cambi, è caratterizzato da una certa stabilità che consente operazioni leggermente meno rischiose.

Conoscere i mercati finanziari è il primo passo da compiere se si vuole diventare investitori di successo e guadagnare con il forex.

Fattori principali di incidenza sui mercati

Per capire gli andamenti dei mercati, il loro comportamento e quali siano gli agenti di maggiore incidenza che determinano il valore dei titoli (di qualsiasi mercato si parli), un punto fondamentale per l’approfondimento di questi aspetti è l’aggiornamento costante.

Ogni giorno, ad esempio, i bollettini di forex news illustrano le novità in merito alle politiche economiche degli stati a moneta sovrana (o unioni di stati, come nel caso dell’Europa che fa capo alla Banca Centrale Europea), i tassi di disoccupazione, i valori del prodotto interno lordo e quant’altro.

Questi fattori, apparentemente indipendenti agli occhi di un trader alle prime armi, si rivelano invece essere fondamentali per conoscere i mercati in ottica di operatività, ma ancor prima permettono di conoscerne le caratteristiche, i punti di forza e quelli deboli, e gli aspetti che maggiormente li rendono “sensibili” a variazioni di valore.

In seguito alla conoscenza dei mercati, vi sono altri importantissimi passi, come lo studio dell’analisi tecnica e dell’analisi fondamentale, dei grafici e di come si gestiscono i capitali e le emozioni nel trading online.
Seppure possa apparire strano leggere di “emozioni” in riferimento ad argomenti relativi al trading online, in realtà questa specifica è quanto mai opportuna. Soprattutto per chi si affaccia per la prima volta a questo mondo.

Mantenere la freddezza nonostante le oscillazioni

Conoscere i mercati significa anche impararne le “stranezze”, la reattività degli andamenti e quant’altro. Tutti fattori che, nel medio e lungo termine, possono fiaccare i nervi e le convinzioni anche dei trader più navigati. Proprio per questo è importante studiare i mercati e le loro caratteristiche, imparando di conseguenza ad approcciare con freddezza alle operazioni che – se precedute da una preparazione globale adeguata e investimenti poco rischiosi – porterà certamente i primi frutti.