Guide

Il rimbalzo

Quante volte avete sentito nominare il rimbalzo in ambito finanziario? Ma che cos’è davvero il rimbalzo e come si utilizza nel Forex e nel trading online? Per chiarire la funzione di questo elemento nei mercati finanziari, occorre innanzitutto soffermarsi su altri due concetti fondamentali relativi agli investimenti.

Il rimbalzo: capire i concetti di supporto e resistenza

Un supporto è un valore minimo, o più comunemente prezzo, che uno strumento finanziario non riesce a superare al ribasso. Una resistenza è invece il valore massimo che un prezzo non riesce a superare. Detto in maniera ancora più chiara, si tratta di una situazione che indica che vi sia una domanda molto forte, ma il mercato non riesce a soddisfarla.

Quando vengono verificati dei supporti o delle resistenze in un trend, possiamo anche parlare di rottura, ovvero il trend quasi certamente si interromperà e nel caso dei supporti è probabile che si avrà un’inversione di tendenza al rialzo, mentre le resistenze possono indicare un’inversione al ribasso.

Nei grafici Forex, e più in generale del trading online, i supporti e le resistenze sono simboleggiati da una linea orizzontale. Più che di punti fissi si tratta di un’area che dobbiamo prendere a riferimento. Quando incontriamo un supporto o una resistenza, possiamo applicare la tecnica del rimbalzo.

Il rimbalzo non è altro che un movimento rialzista o ribassista, provocato dalle situazioni di supporto e resistenza. Applicare la tecnica del rimbalzo ad un’operazione finanziaria significa essenzialmente attendere l’evoluzione del movimento del trend, per scegliere il momento giusto nel quale piazzare un ordine.

Moltissimi traders, in realtà, comprano o vendono esattamente in prossimità dei punti di supporto e resistenza, senza attendere nessuna prosecuzione del trend. L’utilità del rimbalzo sta nella riduzione del rischio, in quanto, qualora non si verificasse nessuna rottura del prezzo, eviteremo di eseguire un ordine e quindi di subire perdite a causa di un’errata previsione. Il rimbalzo, essenzialmente, consente un maggiore controllo della posizione.

Perché attendere segnali e/o conferme nel trading online?

Per quanto l’impulsività rappresenti un modo dinamico e quindi più appassionante di fare trading online, la pazienza è sempre la più grande dote che un trader possa avere in relazione ad alcune tipologie di investimenti.

Proviamo a fare un esempio: mettiamo il caso che ci si attenda uno sviluppo sui mercati ad una determinata ora, ad esempio le 14:00. Aprire una posizione con un arco temporale 13:50/14:15 significherebbe trasformare l’operazione finanziaria in una scommessa, avendo il 50% di probabilità di riuscita, contro il 50% di possibilità di fallimento.

Quando si attende uno sviluppo, nell’attimo in cui esso si verifica, generalmente i mercati subiscono un momento di totale caos, dove supporti e resistenze non hanno più valore probabilistico e ciò dura finché non si viene a creare un nuovo equilibrio con nuove tendenze. Attendere un rimbalzo significa attendere una conferma, e se la conferma arriva il nostro guadagno è praticamente certo. Di fatto, l’azione dei prezzi è ciò che principalmente determina lo sviluppo dei mercati finanziari e non possiamo ignorarne l’importanza.

Per meglio capire come applicare la tecnica del Rimbalzo, partiremo dai presupposti base di questa comune derivazione dell’analisi tecnica, quindi procederemo con degli esempi.

Esempi di rimbalzo

Prima di tutto identifichiamo come detto un trend in atto, nel quale avremo già verificato l’esistenza di due punti di rimbalzo.
Congiungendo i due punti, noteremo che verrà a formarsi una linea di trend, rialzista o ribassista a seconda del caso. È importante quindi ricordare che nel caso ci trovassimo di fronte ad un trend in crescita uniremmo i valori minimi, viceversa in caso di un trend in decrescita uniremo i valori massimi.

Una volta identificata questa linea retta, verso l’alto o verso il basso, noteremo che in linea di principio il prezzo, avvicinandosi, facilmente avrà un effetto rimbalzo

trendline_ribassista

In questo caso ci troviamo di fronte ad una trendline al ribasso. Se, come specificato in precedenza, avremo unito i primi due punti e tracciato una retta lungo il grafico, noteremo che il prezzo continuando a scendere rimbalzerà anche nel terzo punto.
In questo caso, sarà possibile valutare l’opportunità di aprire una posizione a seguito del rimbalzo del punto 3. Non dimentichiamo di identificare, come sempre, un buon punto di stop loss che aiuti a contenere eventuali perdite, e mantenere il rischio d’azione a livelli accettabili.

trendline_rialzista

Stavolta ci troviamo di fronte ad una trendline al rialzo. Come nel primo caso uniremo i primi due punti, e verificheremo la linea di trend dinamica. Quest’ultima, a ridosso del punto 3 ricavato, avrà nuovamente un effetto rimbalzo, stavolta speculare a quello dell’esempio precedente, quindi ritornerà nuovamente a salire.

Considerazioni sugli esempi di rimbalzo nei grafici

Con un po’ di attenzione, noteremo che i due grafici mostrano alcuni fattori importanti da prendere in considerazione.

Ovviamente, la prima valutazione che salta all’occhio è l’ovvia differenza circa la direzione del trend. Inoltre, basandoci sul grafico n° 1 preso in esame, noteremo che nonostante il già evidenziato rimbalzo nel punto 3 si sia verificata dopo poco una rottura del trend e un’inversione della tendenza.
Nel caso grafico n° 2, invece, questa rottura non ha avuto luogo, bensì il valore ha proseguito la direzione effettuando ulteriori rimbalzi in successione sulla base della trendline che avremo tracciato, basandola sui primi due punti.

Questi esempi permettono di intuire che la percentuale di rischio medio utilizzando la tecnica del rimbalzo si attesti, solitamente, da 1:1 a 1:4.

Un’ulteriore considerazione fa fatta in relazione al valore intrinseco di una trendline tracciata da un trader o l’altro. Quello che si evince è che, facilmente, due trendline tracciate da trader diversi non saranno mai uguali. Importante in tal senso è il fattore precisione, per quando non sia l’aspetto fondamentale in questa tecnica.

Quello che conterà davvero, infatti, sarà individuare un’area specifica dalla quale tracciare la linea, non necessariamente un punto preciso al millimetro.

Ad ogni modo, il bello del Forex e del trading online è che si ha la possibilità di scegliere lo stile più adatto alle proprie esigenze e capacità, ma certamente sempre dopo un approfondito studio della materia e un po’ di pratica.