Trucchi Forex

Le onde di Elliot del Forex

Tra le numerose strategie applicabili al Forexle Onde di Elliot rappresentano uno dei pilastri sui quali moltissimi traders basano i propri investimenti.

Le onde di Elliot: in che modo possono essere applicate al trading Forex?

Le onde costituiscono un principio appartenente all’analisi ciclica, una branca dell’analisi tecnica forex. I cicli possono essere utilizzati nel Forex in un modo molto simile alla trend line, con il medesimo obiettivo e altrettanta efficacia.

Ralph Nelson Elliott eseguì, nel 1930, alcuni studi sui mercati azionari. Ne trasse importanti conclusioni, che peraltro gli permisero di stabilire i movimenti in crescita del mercato azionario americano a seguito della ben nota crisi del ’29:

  • movimenti dei prezzi non sono casuali.
  • I prezzi si muovono ad onde, in base a degli schemi ben precisi.
  • movimenti dei prezzi sono condizionati da fattori psicologici, che generano salite e discese secondo una particolare sequenza.

Da questi studi, e le seguenti conclusioni, scaturì “Il principio dell’onda”, che vide la luce anche grazie all’analisi di ben 75 anni di movimenti ed eventi che ebbero luogo nella Borsa.

Elliot affermò che ogni volta che si sviluppa un trend al rialzo, in qualsiasi mercato, esso si compone di tre onde principali verso l’alto, due di correzione del trend che vanno ad intervallare le prime tre, quindi altre tre onde che corrispondono ad un momento di inversione al ribasso prima che il trend stesso ricominci la salita.

La stessa teoria è applicabile analizzando un trend al ribasso. Quello appena descritto è esattamente il modo con cui Elliot ha spiegato la psicologia di massa sui mercati finanziari. Sembrerebbe una tecnica piuttosto semplice, se non fosse per il fatto che ognuna delle onde sopracitate si compone, a sua volta, di altre tre onde.

Occorre quindi essere molto preparati nell’interpretazione di un grafico di questo tipo, poiché il rischio di non individuare correttamente un ciclo, o non saperne identificare il momentum, è molto alto.

53
Teoria delle onde di Elliot – ciclo completo

Esempio pratico di applicazione delle Onde di Elliot nel trading online

Mettiamo il caso che un trader compri una valuta e che il prezzo di questa cominci fortunatamente a salire. Dopo le prime tre onde di rialzo il trader, qualora creda che il prezzo sia salito in modo soddisfacente, rivende e chiude l’operazione. Se invece proseguisse vedrebbe che, dopo un momento di correzione al ribasso, il prezzo ricomincia la salita e molti altri investitori aprono una posizione proprio in questo momento, chiudendo quasi immediatamente.

Il prezzo continua a salire e il trend può essere definito forte e attorno ad esso inizia a concentrarsi l’attenzione anche dei media. E’ proprio a questo punto che altri piccoli investitori vengono attirati dalla notizia, entrano sul mercato, ma contemporaneamente le grandi società iniziano a vendere e il trend subisce quindi i fattori psicologici di cui parlava Elliot, interrompendosi. Il prezzo scenderà quindi nello stesso modo in cui è salito, effettuando il medesimo ciclo, fino ad un nuovo forte rialzo.

Vi sono investitori che utilizzano i grafici delle Onde di Elliot per avere forti segnali, altri che se ne avvalgono semplicemente per capire la situazione nei mercati. Si tratta di una tecnica di previsione non semplicissima, ma abbastanza efficace, poiché spesso le onde sono molto evidenti.

È importante a tal proposito sapere che, nel mondo del trading Forex, lo schema di Elliot è applicabile a qualsiasi trading si stia seguendo. In ogni situazione ci si può trovare davanti all’inizio di un nuovo ciclo, oppure alla fine, piuttosto che nel mezzo.

Le onde di Elliot: Punti chiave della strategia

I tre punti principali della teoria le Onde di Elliot sono: la figura, la percentuale e l’arco temporale. La figura, ovvero le onde, è l’elemento più importante; con la percentuale è possibile determinare i punti di ritracciamento e il tempo è invece molto utile per confermare il ciclo.

L’elemento forse più ostico della teoria delle  Onde di Elliot risiede nel fatto che, nonostante i cicli seguiti dai mercati di tutto il mondo in modo “scientifico”,  non è affatto facile capire – una volta visto il grafico – in quale punto di tale ciclo ci si trovi al momento dell’osservazione.

Questo aspetto fa sì che talvolta le previsioni possano peccare di accuratezza da parte del trader.
Inoltre, nonostante i cicli di Elliot abbiano un’emivita prefissata, non è possibile stabilire la lunghezza dei singoli periodi, rendendo particolarmente annosa l’analisi sul breve termine.

Tratti distintivi della tecnica di Elliot

Uno dei corollari più importanti della Teoria di Elliot è lo schema 5-3 sulla base del quale si muovono i mercati. Nello specifico egli identifica 5 onde impulso a fronte di 3 onde correzione. Ciò ha luogo, chiaramente, sia nei trend rialzisti che ribassisti.

Schema impulsivo

Come detto, si tratta dello schema composto dalle 5 onde di impulso. Se prendiamo come esempio un trend rialzista, gli impulsi caratterizzati da numero dispari sono direzionati verso l’alto, mentre quelli pari verso il basso, anche se di poco. Questi ultimi vengono definiti Onde di correzione, ma non vanno confuse con segnali di inversione del trend, che manterrà comunque la direzione.

Proprio sulla base di questa differenziazione, è possibile identificare un andamento altalenante: trend rialzista (1), correzione (2), trend rialzista (3), correzione (4), trend rialzista (5).

Schema correttivo

Mantenendo sempre l’esempio di un trend al rialzo, la teoria delle Onde di Elliot segnala una correzione composta da tre impulsi verso il basso a seguito dei 5 precedentemente descritti.
Nello specifico, quindi, si avrà una discesa (1), una leggera risalita (2) e di nuovo una discesa (3).

Successivamente, secondo Elliot si presenta un nuovo schema a cinque impulsi. Tuttavia va segnalato che l’autore della teoria, nel corso del tempo, ha identificato diversi schemi correttivi (21, per la precisione) che possono variare in termini di andamento. È esattamente ciò di cui si parla quando ci imbattiamo in schemi a zig-zag, schemi a triangolo o schemi piatti.

zig_zag
Schema correttivo a zig-zag

Potrete approfondire le onde di Elliot e altre tecniche per il Forex trading attraverso uno specifico corso di formazione, generalmente proposto dai migliori broker forex presenti sul web, tra i quali segnaliamo GTCM. Al riguardo, sul nostro sito potrete trovare dettagliate recensioni delle piattaforme di intermediazione, e numerose guide sul trading online.